00168 Roma - Piazza Alfonso Capecelatro 11-13 info@odmonlus.org tel. (+39) 06 86760880 - fax (+39) 06 86760889 - C.F. 97528850585

donazione sangue

La nostra associazione organizza periodicamente delle giornate di donazione presso i locali dell’Ospedale “Cristo Re” in Via delle Calasanziane n. 25 o della Scuola Parificata “Virginia C. Bracelli” in Via M. Battistini n. 256 a Roma col supporto di operatori volontari della Croce Rossa ItalianaPer essere aggiornato sulle prossime date di donazione puoi anche iscriverti su Facebook al:

Gruppo Donatori Sangue – Santa Virginia Bracelli – CRI 0300300
email: gdsv.cri2013@libero.it

I cinque buoni motivi per donare:

donare il sangue significa contribuire a salvare delle vite
una sola donazione può salvare fino a cinque persone
il sangue si rigenera e si moltiplicano le possibilità di salvezza
il donatore ha la precedenza a ricevere sangue
chi dona riceve gratuitamente le analisi complete

Le linee guida per una donazione consapevole di sangue:
Età18– 65 anni, max 60 anni se si dona per la prima volta.
Pesoalmeno 50 Kg.
Intervallo tra una donazione e l’altra90 giorni, quindi max 4 volte l’anno; per le donne, in periodo fertile, max 2 volte l’anno.
Alimentazione consigliatala sera prima della donazione del sangue effettuare un pasto normale, senza eccessi. È indispensabile il digiuno da almeno 8 ore; al mattino è ammesso solo caffè, tè, succo di frutta e sono assolutamente vietati il latte e derivati del latte e cibi solidi.
Documenti da esibireTessera Sanitaria/Codice Fiscale + Documento di riconoscimento nazionale valido. Per gli stranieri il passaporto con visto di ingresso per turismo o per studio o con permesso di soggiorno.
Inidoneità temporanee per la donazione:
  • farmaci (occasionali): 5/7 giorni
  • mestruazioni: 4 giorni dalla fine del flusso
  • raffreddore: 5 giorni
  • influenza: 15 giorni
  • allergie: idoneo alla fine del periodo di manifestazione allergica
  • piccoli interventi chirurgici: 15 giorni (valutazione del Medico trasfusionista)
  • estrazioni dentarie, pulizia: 15 giorni (valutazione del Medico trasfusionista)
  • interventi chirurgici: 4 mesi (valutazione del Medico trasfusionista)
  • piercing, tatuaggi: 4 mesi
  • trasfusioni di sangue: 4 mesi
  • gastroscopie, endoscopie: 4 mesi
  • profilassi antitetanica : 6 mesi
  • immunoglobuline o plasmaderivati: 4 mesi
  • rapporti sessuali occasionali: 4 mesi
Inidoneità particolari per la donazione:
  • parto: non idonea per un anno
  • aborto: non idonea per 6 mesi
  • diabete (non in terapia): (previa valutazione del Medico trasfusionista)
  • viaggi in zone a rischio West Nile Virus: 28 giorni
  • viaggi in Messico: 15 giorni
  • viaggi in paesi a rischio malaria: 6 mesi (Africa, Medio ed Estremo Oriente, Sud America), dal rientro con o senza terapia antimalarica
  • viaggi in paesi a rischio infettivo: 6 mesi (Africa, Medio ed Estr. Oriente, Sud America)
  • vaccinazioni c/ influenza e c/ qualunque tipo di malattia infettiva: 30 giorni
Esclusione permanente:
  • tumori
  • malattie cardiache
  • malattie ematologiche
  • epatite B (idoneo solo se Anti HBs positivo da vaccinazione)
  • epatite C
  • aids
  • sifilide
  • terapie croniche (malattie degenerative, malattie autoimmuni, ecc.)
  • soggiorno nel Regno Unito fra il 1980 e il 1996 per più di sei mesi
  • diabetici sottoposti a terapia insulinica
Casi ammessi alla donazione:
  • microcitemici (se l’emoglobina è sufficiente) 1 volta l’anno
  • con assunzione di pillola contraccettiva e la terapia sostitutiva per la menopausa
  • assunzione di Eutirox (previa valutazione del Medico trasfusionista)
  • gli stranieri da almeno sei mesi in Italia

RIEPILOGANDO…

Il sangue non si fabbrica e per averne è necessario che un essere vivente lo doni! Pertanto donare il proprio sangue è segno di umanità! Tutti possono donare… basta avere anni 18, fino ai 60, pesare oltre 50 Kg e godere di buona salute. Non possono donare, oltre agli esclusi in via permanente, coloro che sono affetti da malattie cardiovascolari, autoimmuni, infettive (epatite, sida), neoplasie maligne, etc. Sono esclusi temporaneamente dalla donazione coloro che hanno subito recenti interventi chirurgici (incluso il parto entro il primo anno) o pratiche mediche invasive (endoscopie, impianti dentari, cure canalari, igiene dentale, ecc.). La mattina della donazione ci si può concedere una leggera colazione con una bevanda poco zuccherata e qualche fetta biscottata; da evitare latte e dolciumi. Dopo il prelievo è offerto un ristoro. Successivamente, il medico del servizio trasfusionale rilascerà, a richiesta, il certificato di avvenuta donazione ed i lavoratori dipendenti hanno diritto a giorno di riposo retribuito valido anche fini pensionistici. I tempi di recupero post prelievo sono brevi perché il sangue di una persona sana si riforma in pochissimo tempo (2-4 giorni). La donazione, inoltre, è anche salutare perché considerata come stimolo vitale per il midollo osseo deputato alla emopoiesi (formazione del sangue). E’ utile sapere anche che al momento della donazione, viene prelevato un piccolo campione del tuo sangue da cui avrai le tue analisi, gratuite, in busta chiusa e a casa tua; in ogni caso, è possibile ritirare le analisi anche di persona (o per delega scritta) presso il servizio trasfusionale.

 
Per maggiori informazioni:

Croce Rossa Italiana

Ispettorato Provinciale Donatori di Sangue
Tel 06.5875274 – 06.5875320; Fax 06.65741171