00168 Roma - Piazza Alfonso Capecelatro 11-13 info@odmonlus.org tel. (+39) 06 86760880 - fax (+39) 06 86760889 - C.F. 97528850585

All’origine dello Statuto

Presentazione e significati

all’origine dello Statuto associativo

(versione in powerpoint scaricabile nell’area dei downolad)

 

 Operatori di Misericordia S. Virginia C. Bracelli: “un Sostegno alla Persona” 
..."Signore quando mai ti abbiamo visto ammalato e ti abbiamo curato e visitato?" Ed Egli: “In verità vi dico: ogni volta che l’avete fatto al più piccolo di questi fratelli, lo avete fatto a me”. (Dal Vangelo secondo Matteo)
Onlus

Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, meglio nota con l’acronimo ONLUS, indica una categoria tributaria che gli articoli 10 e seguenti del D.Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460, prevedono possa essere assunta da associazioni, comitati, fondazioni, società cooperative e altri enti di carattere privato, con o senza personalità giuridica, i cui statuti o atti costitutivi, redatti nella forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata o registrata, prevedono espressamente una serie di requisiti. Tale qualifica attribuisce la possibilità di godere di agevolazioni fiscali.

Natura

L’associazione è apolitica, asindacale, apartitica e non ha scopi di lucro e si propone di perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale e di beneficenza e di arrecare benefici a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche e familiari come sotto descritte.

Carattere

L’Associazione ispira il suo impegno a motivazioni di carattere religioso e specificamente cristiano, motivazioni, queste, che trovano le loro radici nel principio di carità e nel fatto della solidarietà.

Esempio

L’Associazione trova in Santa Virginia Centurione Bracelli, che il principio di carità ed il fatto della solidarietà esaltò la fonte della propria ispirazione e il modello storico concreto allo stesso tempo programmatico e verificante.

Finalità

L’Associazione, che non ha scopo di lucro, persegue finalità di volontariato e solidarietà sociale, in particolare intende:

  • garantire un accompagnamento a quanti, essendo stati dimessi dall’Ospedale “Cristo Re” in Roma via delle Calasanziane 25, avvertano il bisogno di essere sostenuti nella convalescenza domiciliare;
  • non precludere la propria assistenza a quanti, pur essendo stati dimessi da altri enti ospedalieri, facciano richiesta dello stesso servizio, manifestandone il bisogno;
“Il servizio ospedaliero-assistenziale risale alle origini della Congregazione ed ha un posto preminente nelle sue opere”. (dal Direttorio, 11)
  • rivolgere la propria assistenza a tutti coloro che, in condizioni disagiate, psicologiche e familiari, ne facciano richiesta, al fine di provvedere a situazioni di bisogno a tutela dei diritti della persona;
“Priego Dio mi doni grazia… di essere più facile al fare, che al dire…” (S. Virginia C. Bracelli)
  • rivolgere la propria assistenza mediante opere di beneficenza a persone che versano in condizioni di svantaggio, o ad Enti e/o ad associazioni benefiche che si occupano delle predette persone, residenti o aventi sede sia in Italia che all’estero;
“Questa Signora non solo diede a questi fanciulli l’acqua alle mani, li servì a tavola, ma al doppo pranzo li pettinò, li lavò il volto, li comprò scarpe lavando li piedi prima, e nettandone molti da molte sporcizie che avevano all'intorno, mandandoli a casa tutti allegri, e soddisfatti, con averle data ancora qualche piccola elemosina…”

  • promuovere e attuare tutte le iniziative atte a potenziare e favorire le seguenti attività: sensibilizzare e coinvolgere soggetti pubblici, privati ed enti anch’essi pubblici e privati verso l’azione per il volontariato e la solidarietà sociale; organizzare e gestire eventi finalizzati alla divulgazione dei progetti in questione.

 

“Dovranno aver diretto il lor pensiero alla sola gloria di Dio….”

L’Associazione non potrà che avvalersi delle prestazioni spontanee, gratuite e personali dei propri soci, avendo cura di formare, istruire e preparare, con idonei strumenti tecnico-sanitari, quanti si prenderanno cura della persona. Nei limiti strettamente necessari e consentiti dalle leggi nazionali e regionali in vigore, l’Associazione si potrà avvalere dei contributi professionalizzanti e qualificanti di persone assunte con contratto di lavoro subordinato, ovvero avvalendosi di prestazioni autonome.

“Ciascheduna Gentildonna… la prima volta che entrerà in ciascuna di quelle povere case si ricorderà d’andare a visitare Nostro Signore Gesù nel Presepe...”

Quanti liberamente aderiscono all’Associazione si impegnano, riconoscendone la validità, ad accettare le ragioni motivanti l’azione associativa e a perseguire le finalità per le quali l’Associazione stessa è stata costituita e vive. Ogni associato che col proprio comportamento minaccia le motivazioni fondamentali dei presente Statuto sarà, con provvedimento motivato del Consiglio Direttivo, escluso dall’Associazione.

“Chi ha il fine solo in Dio, e tiene sempre fisso il suo pensiero in esso, tutte le contrarietà svaniscono, tutte le opposizioni si spianano, tutte le difficoltà si vincono…”

Ogni associato è tenuto a frequentare i corsi formativi che l’Associazione intende promuovere sia da un punto di vista prettamente tecnico-psicologico, sia a livello umano e religioso.

”… né mai Virginia andò di dirle una parola di risentimento o di tacciarla d’incostanza, ma sempre le ringraziava del travaglio, e la fatica che si eran prese…”
Quest’opera che si tratta è la più degna e santa che mai sia stata.
Opera che abbraccia e racchiude ogni altra Opera di Misericordia,
tanto corporale, come spirituale…