00168 Roma - Piazza Alfonso Capecelatro 11-13 info@odmonlus.org tel. (+39) 06 86760880 - fax (+39) 06 86760889 - C.F. 97528850585

Storia e Mission

Il Carisma Virginiano

Virginia Centurione Bracelli fu sposa, madre, vedova, apostola di carità e fondatrice di due famiglie religiose. Virginia, magnifica Signora del sul tempo, estese la sua missione a tutti i ceti delle categorie più emarginate ed, allo stesso tempo, salì alle più alte categorie della società genovese per penetrare nei vertici del potere e chiedere aiuto per le sue opere. A questo scopo istituì le “Dame della Misericordia“. Proprio durante la guerra del 1625 l’affluenza a Genova di una nuova ondata di poveri, creò l’occasione per Virginia di mettersi all’opera, dedicandosi, come prima cosa, al recupero dei fanciulli vagabondi: cercava di evitare che andassero a chiedere l’elemosina elargendo loro una quotidiana offerta di “due soldi”. Nella sua lotta Virginia si rese conto che da sola non poteva farcela senza l’ausilio dell’aristocrazia e dalla quale risultò una risposta sorprendentemente immediata ed entusiasta. Ma alla base di questo risvolto così positivo ci fu essenzialmente l’intuizione involontaria, da parte di Virginia, di rivolgere la sua opera assistenziale alle persone di tutte le estrazioni sociali senza attuare mai alcuna discriminazione; così facendo Ella riuscì a sensibilizzare le classi più elevate e ricche della società verso i più deboli ottenendone il sostegno morale ma anche quello politico ed economico per sostenere le sue iniziative caritatevoli. Sorsero così le “Cento Dame“, una vera e propria associazione laicale che precorse i tempi. Questo è lo spirito dell’associazione che stava nascendo: bussare alle porte di chi ha bisogno e portare assistenza e conforto, con lo spirito di totale dedizione di Virginia, mantenendo sempre vivo il suo totale amore per Cristo che la rese capace di ogni sacrificio e tenendo sempre a mente i suoi tre obiettivi: la Croce, Cristo Crocifisso chiave del suo vivere e l’Amore anima della sua vita.

"Servire i poveri per Virginia era seguire del tutto la scoperta di Gesù nudo e crocifisso..." (dagli scritti) 
"Perché ci sia giovevole la Croce di Cristo bisogna che lo seguiamo con la Croce e nella Croce... che impariamo da Esso l'umiltà, che imitiamo la Carità..." (dagli scritti)
"Il povero distingue subito chi dona per gratificarsi da chi donando si dona..." (dagli scritti)
Virginia Oggi

Virginia scelta da Dio per annunciare e testimoniare il Suo Vangelo, parla agli uomini di tutte le età e di tutti i tempi. La santità è sempre giovane com’è eterna la giovinezza di Dio. A distanza di oltre tre secoli e mezzo, Virginia è sempre viva e moderna: una sorgente che zampilla rinnovandosi sempre. Donna senza età: eterna come ogni anima che brilla della luce di Dio ed “i Santi sono coloro che lasciano passare la Luce di Dio“. In ogni età ed in ogni momento della sua “ricca e complessa vicenda umana di cristiana laica, di sposa esemplare, di madre premurosa, di vedova fedele, di donna impegnata nel campo sociale“, ha detto sempre con amore: “mio Dio ti amo tanto e solo per Tuo Amore voglio fiorire dove Tu mi avrai seminato…”

Come e perché nasce l’Associazione

L’associazione di volontariato nasce nel 2008 (inaugurazione 31 maggio 2008) presso l’Ospedale Cristo Re di Roma ad opera di un gruppo di volontari e volontarie operanti sia all’interno che all’esterno dell’Ospedale e per volere della sua fondatrice Sr. Maria Agnese Parrillo. Scopo dell’Associazione è l’attualizzazione del messaggio e dell’opera che Santa Virginia aveva iniziato a Genova nel 1631 e che le sue suore nel 1827, su invito di papa Leone XII, hanno portato anche a Roma come in altre parti del mondo: Africa, Asia, America Latina. L’azione associativa è finalizzata al sostegno delle famiglie in cui urge la necessità di un intervento socio sanitario ed assistenziale; l’Associazione si prefigge di essere vicini ai bisognosi, d’intervenire laddove sia necessario intervenire con aiuti materiali, sanitari e morali per quelle famiglie che versano in gravi difficoltà economiche e non, offrendo loro un supporto concreto, compagnia e più serenità. Per approfondire dai un’occhiata anche la pagina dedicata al Progetto iniziale e quella dedicata all’inaugurazione.

Cosa è stato realizzato

L’associazione, già pochissimo tempo dopo dalla sua inaugurazione, grazie ad alcune donazioni ottenute da simpatizzanti del progetto, ha assistito, nel nostro territorio, ben 110 pazienti bisognosi di supporto sanitario. Il cammino dell’Associazione, però, è ancora lungo, ma l’orizzonte si allarga di giorno in giorno con progetti sempre più ambiziosi grazie alla sua fondatrice Suor Agnese che proseguendo l’opera misericordiosa di Santa Virginia con incessante dedizione e trascinante entusiasmo, ha trovato l’adesione di molti, convinti anch’essi della necessità di tendere una mano a chi si trova in difficoltà, soprattutto nell’ambito sanitario, ma non solo…

 Cenni sulla Congregazione

La Congregazione delle Figlie di Nostra Signora al Monte Calvario ha origine dal Conservatorio di Nostra Signora del Rifugio in Monte Calvario, fondato in Genova nel 1631 da Santa Virginia. Nel 1826, Papa Leone XII chiese, ai Protettori del Conservatorio di Genova, sei religiose, che giunsero a Roma il 31 ottobre 1827. Iniziarono il loro apostolato nella Pia Casa dell’Industria. Il 20 ottobre 1833, papa Gregorio XVI donò alle nostre suore il Collegio San Norberto perché fondassero in Roma una istituzione simile a quella di Genova e riconobbe l’Istituto nascente di diritto pontifico. Ebbe così inizio la Congregazione delle Figlie di Nostra Signora al Monte Calvario, che nel tempo crebbe e si estese in Italia e all’estero.